Places of Interest Italian

Print
Il villaggio di Xewkija si trova tra quello di Ghajnsielem e la citta' Vittoria. Xewkija e' il villaggio piu' antico di Gozo. Il 27 novembre 1678 fu eretto come la prima parrocchia fuori della citta' Vittoria, (separato dalla Matrice cioe dal Cattedrale) dal vescovo Michele Girolamo Monlina. Il primo parroco fu il reverendo Grezio Farrugia di Valletta (Malta). Xewkija fu il primo distretto, allora conosciuto come contrada, che portava il nome di casale o villaggio come lo conosciamo oggi.

 

La parola Xewkija deriva dall'Arabo e dimostra che anticamente a Xewkija si trovavano molti grandi campi pieni di spine. Certamente, Xewkija, e rinomata per la maestosa chiesa, la 'Rotonda', dedicata a San Giovanni Battista, il Precursore del nostro Signore Gesu' Cristo. Questa grandissima nuova chiesa si doveva costruire attorno a quella antica che nel frattempo si usava per i servizi religiosi. E' la terza chiesa piu' alta d'Europa. Attwalmente, la chiesa Rotonda e' sede dei Cavalieri di San Giovanni. E' importante dire che questo tempio monumentale e' stato costruito in pietra maltese con le mani della brava gente locale. Testimonia anche l'entusiasmo e la fede della gente di Xewkija. Certamente, la Chiesa Parrocchiale di Xewkija con la stupenda cupola, domina tutto il villaggio. L'architetto fu Guiseppe D'Amato, di Malta. church

 

mithna

Sulla via che dalla citta' Vittoria conduce a Xewkija, ci sono gli uffici della Corporazione di Lavoro e Apprezendiatato, lo stadio di calcio, la fattoria principale di Stato e i due cimiteri, quello che appartiene alla Parrocchia di Xewkija e l'altro dello Stato. Si trova, anche la zona industriale principale dove trovano lavoro molti giovani dell'isola di Gozo.

Esattamente all entrata del villaggio di Xewkija si possono vedere ancora i resti di un mulino a vento antico, costruito durante l'epoca del Gran Maestro Perellos dell'Ordine di San Giovanni. Questo mulino a vento e' unico nell'Isola di Gozo perche' e' ottagonale, indicando le otto direzioni principale' del vento.

 

 

Sul luogo dove oggi si trova la chiesa parrocchiale, si dice che si trovava una grande pietra chiamata "Maqghad ix-Xih' - La sede dell' Anziano, e non molta lontano da qui si trova una piccola cappella molto antica dedicata alla Madonna della Misericordia. Prima, questa stessa cappella fu dedicata all'apostolo San Bartolomeo. La torre Santa Cecilia, lungo Via Mgarr, faceva anche parte del villaggio di Xewkija. Inoltre Xewkija vanta di avere un' altra torre importante nella quale si trova "l'orologio del sole", quello piu' antico delle Isole Maltesi. Ci fu un' altra torre quello Tinghi. Alcuni resti di questa torre erano ancora invisibile fino a ottant' anni fa. Tutte queste torri furono costruite per difendere l'isola di Gozo nel 1613.

Fino a pochi anni prima dell'ultima Guerra mondiale, Xewkija poteva vantare di una bellissima torre, quella chiamata 'Gorgion', che nel 1943 doveva essere demolita per dare spazio ad una pista per gli aerei. Questa torre Gorgion risaliva al quattordicesimo secolo e serviva come una residenza estiva per i Gran Maestri dell'Ordine di San Giovanni.

oldestclock torrigorgion

 

Un po' piu' lontano dalla Torre Gorgion si trova un grande spazio chiamato 'Misrah Lambert', dove si vedono ancora delle carreggiate scavate nelle rocce che vengono da Borg Gharib, Mgarr ix-Xini, Ta' Cenc e Tas-Salvatur..

Il periodo durante il quale le Isole Maltesi furono dominate dagli Arabi ha un valore storico particolare assocciato con il nostro villaggio di Xewkija. Fu travato un documento di eccezionale valore storico, cioe', una lapida chiamata 'Majmuna' che conteneva una scrittura unica e dettagliata in arabo, la quale fu scritta nel 1173. Questa scrittura sulla lapida 'Majnuma' ricorda la morte di una giovane araba che si chiamava Majmuna, morta e seppellita a Xewkija nella zona, ancora oggi chiamata Ta' Majmuna. A causa del valore storico di questa lapida, c'e' una via che ricorda questa lapida. Questa lapida e' scolpita in un pezzo di marmo grosso con sotto ornamento pagano. Probabilmente, secondo gli storici, questo pezzo fu preso da qualche tempio pagano distrutto che si trovava sulla nostra isola di Gozo. Frate Gabriele D'Aleppo un italiano l'aveva tradotta in italiano e dopo fu tradotta in maltese. Nel 1845 questo pezzo di marmo fu portato nella Libreria Pubblica alla Valletta e poi, nel 1960, fu portato nel Museo Nazionale di Gozo. Oggi, questa lapida 'Majmuna' fa parte dei resti antichi preservati al Museo Nazionale di Gozo ed e' molto apprezzata dagli studiosi di storia e archeologia.

majmuna cartruts

 

La societa' pui' antica di Xewkija e' la Bande locale chiamata 'il-Prekursur'. Fu fondata il 13 maggio 1929, durante una riunione di diversi membri prospettivi del Comitato centrale. I fondatori della societa' musicale erano Lorenzo Zammit Haber, Marcello Mercieca, Giuseppe Buttigieg, Giovanni Haber e Tommaso Attard. Durante la prima riunione del Comitato fu eletto, fatta la scelta del nome ufficiale della Banda, cioe' 'Il-Prekursur' e poi anche l'assegnazione delle cariche dei diversi membri eletti del Comitato Centrale. Il primo presidente e segretario della Banda fu il Signor Lorenzo Zammit Haber.

A Xewkija ci sono altre societa' culturali, religiose, e sportive, che svolgono delle attivita molto utili per i cittadini di Xewkija.

 

Lo stemma di Xewkija consiste di uno scudo su uno sfondo d'oro con una fascia rossa orizzontale che separa due piante di spine.

 

La popolazione di Xewkija e di 3,550 e ha la dimensione di 4 km sq.

armabanda armaxewkija2
© Copyright 2013 - Places of Interest Italian. - All Rights Reserved.
Joomla theme by hostgator coupons